giovedì 19 gennaio 2017

Costa Azzurra - 2° parte

Cari amici, come promesso (vedi quì) ecco la seconda parte del mio ultimo viaggio in Francia.

ANTIBES
Meravigliosa scoperta che sicuramente tornerò a visitare. Ho preferito di gran lunga il centro storico dove le vie erano strette e molto caratteristiche. Molti atelier d'arte ispirati al grande maestro Pablo Picasso e incantevoli bottegucce provenzali vi accoglieranno lungo la strada.  Da non perdere inoltre é il museo del famosissimo artista che troverete al Castello Grimaldi, sua meta preferita per le vacanze e luogo perfetto per ritrovare l'ispirazione.















Infine verso sera prima di andare a cena ci siamo fermati per l'aperitivo in uno dei tanti bar e all'interno appeso alla parete c'era questa bellissima foto che immortala i miei due artisti preferiti. A dir poco unici...

SAINT PAUL DE VENCE
Questo paesino é stato la ciliegina sulla torta! Ultima meta del mio viaggio, infatti ci siamo fermati sulla via del ritorno, arrocato su un monte é un luogo perfetto per sognare...












Molti sono gli artisti che espongono le loro opere tra le viuzze di questo posto e molte sono anche le persone affascinate che come me andavano alla scoperta del luogo. Per essere un piccolo paesino e sopratutto per essere fuori stagione non oso immaginare che abbondanza ci sia nei mesi più caldi.

Spero che il mio "tour virtuale" vi sia piaciuto e magari vi possa ispirare per i prossimi viaggi. 

A presto!

martedì 17 gennaio 2017

Costa Azzurra - 1° parte

Cari amici, come avevo anticipato in uno degli ultimi post (vedi quì) oggi vi mostro le foto dell'ultimo viaggio che ho fatto insieme alla mia famiglia. È successo tutto all'ultimo minuto perché fino al giorno prima della partenza non avevamo nemmeno una destinazione valida. Di solito nelle vacanze invernali ci recavamo sempre a Saint Tropez ma questa volta é stato diverso. La Francia l'abbiamo presa sempre in considerazione ma ci siamo fermati un po' prima, in diversi paesini l'uno più bello dell'altro. Sto parlando di St. Paul de Vence, Biot, Grasse, Antibes ed infine Cannes.

BIOT
Partiamo da Biot, il primo paesino che abbiamo visitato. In realtà ci eravamo già stati una decina d'anni prima, quando il mio primo figlio aveva si e no una manciata d'anni. Devo dire che Biot rimane un paesino sempre bello, interessante e pieno di storia.



Abbiamo fatto visita anche alla vetreria, la particolarità appunto del paese. In cima s'intravede la città storica, noi abbiamo preferito lasciare la macchina al parcheggio pubblico per poi salire a piedi. In una decina di minuti si arriva tranquillamente.










In paese troverete molti altri negozi che vendono vari oggetti realizzati in vetro ma secondo me i prodotti migliori li troverete proprio alla fabbrica del vetro. Infatti ogni volta che devo acquistare qualcosa del genere lo prendo direttamente dal produttore, la qualità é nettamente superiore e il vetro é più spesso. 

GRASSE
Dopo Biot, Grasse rimane un'altra meta da non perdere: la città dei profumi. È stata una sorpresa per me, non ero mai stata e sinceramente me l'aspettavo molto diversa. Devo dire che mi é piaciuta moltissimo e rimane sicuramente molto particolare.



Sarà strano ma non ho comprato nessun tipo di profumo a Grasse, anche se per certi é un acquisto d'obbligo. Non mi ha colpito nessuna fragranza in particolare, forse perché ho già le mie profumazioni preferite che non voglio sostituire. In compenso però c'erano molti negozietti brocanti e in uno di questi ho trovato meraviglie! 

CANNES
Questa città non mi ha colpito particolarmente, é molto turistica ma nulla di speciale. Preferisco posti più piccoli e caratteristici. Rimane comunque una bella città sul mare che sicuramente molti altri ameranno più di me.



C'erano tantissime persone che fotografavano la "famosa" scalinata che durante il festival del film i vip si fermano per essere immortalati dai paparazzi. Dallo stesso punto si intravedevano moltissimi negozi super chic che variavano da Louis Vuitton a Bulgari, Prada, ecc. queste cose non fanno per me anche se devo ammettere che a Saint Tropez non mancano ma secondo me é tutta un'altra storia. 

Amici visto che ho ancora molto da mostrarvi ho deciso di dividere l'articolo in due parti, quindi non potete perdervi il prossimo post.

A presto!

venerdì 13 gennaio 2017

Javier Marìn

Carissimi, oggi voglio condividere con voi un po' di arte, e che arte! Sto parlando dell'artista Javier Marìn che con più di 30 anni di carriera é considerato il più importante scultore messicano vivente. Le sue opere sono fatte di terracotta, bronzo e resina ma in alcune vi sono anche insoliti materiali come ad esempio la carne secca. Con il suo stile un po' barocco ha attratto diversi interior designer, una di queste é la nota stylist Emanuela Marchesini. È proprio da quest'ultima che ho cominciato a seguirlo ed innamorarmi delle sue opere.


Foto tratta dal profilo ig di Emanuela Marchesini

Così quando ho scoperto che proprio la sua mostra era ospitata in Casa Rusca nella città di Locarno mi sono precipitata a visitarla. Sono rimasta incantata da tanta bellezza e perfezione..






























Mi rendo conto che la qualità delle foto non é il massimo, non era facile scattarle con tutte quelle luci che riflettavano sopra le sculture. Vi posso assicurare che dal vivo erano impressionanti e diverse emozioni si sono fatte strada dentro di me. Le mie opere preferite però restano le teste con quei riccioli che solo lui sa fare sono irresistibili, le adoro!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email